IL QUOTIDIANO DELLA BASILICATA

Sabato 29 ottobre 2005

 

Incontro al museo:

"I numeri e la ricerca dell'armonia nel cosmo dell'antenato Pitagora"

Esperti a confronto al convegno di Potenza a Palazzo Loffredo

 

Locandina della conferenza

Giovanni Pastore durante la conferenza


Locandina della conferenza e cartolina invito.
La locandina riporta l'immagine della Brocchetta del V secolo a.C. ritrovata a Ripacandida in Basilicata, di derivazione pitagorica. Da miei recenti studi (2006-2010) è emerso che raffigura l’impatto, realmente avvenuto, di un grande meteorite sulla Terra, e che le leggi fisiche ivi graficamente rappresentate, straordinariamente moderne, sono in completa antitesi con la successiva dogmatica fisica aristotelica.
Per maggiori dettagli:
http://www.giovannipastore.it/ARCHIMEDE.htm


Un momento della conferenza di Giovanni Pastore

 

Potenza - Di musica, "armonia dei contrari e unificazione dei molti", come sosteneva Filolao, di matematica, "scienza della quantità", secondo la definizione di Aristotele, e dell'"armonia", l'ordine che presiede alla nascita del mondo, e permette alle parti di un tutto di essere organizzate e ordinate si è parlato mercoledì scorso (26-10-2005), nella Sala del Campanile di Palazzo Loffredo, a Potenza.
"Pitagora. La ricerca dell'armonia", il titolo del nuovo "Incontro al Museo" sull'archeologia in Basilicata organizzato dalla Soprintendenza per i beni Archeologici. Mercoledì sera si sono trovati a parlare di Pitagora, il filosofo di Samo, il più famoso dei Presocratici, che pose nei numeri, traduzione nella realtà sensibile dell'ordine che sovrintende il cosmo e l'uomo, il principio dell'universo, Marcello Tagliente, soprintendente per i Beni Archeologici, la violinista e matematica, Raffaella Paolone, e l'ingegnere Giovanni Pastore.
Il pubblico, affascinato è stato intrattenuto anche dagli attori del CDE (Centro di Drammaturgia Europeo) che hanno recitato alcuni stralci degli scritti dei pitagorici.
"Tutto quanto l'universo è armonia e numero" sosteneva Pitagora. La musica, con il suo linguaggio incontaminato, espressa e letta da numeri, è la forma più pura e immediata con cui l'anima persegue la sua catarsi.
Raffaella Paolone, parlando del "monocordo", lo strumento importato in Grecia dall'Egitto, ha illustrato lo studio e il calcolo della musica che i Pitagorici per primi introdussero e che doveva pregnare le loro giornate, quando Pitagora impartiva loro solo lezioni di filosofia e di vita. Grazie alla musica l'Universo era, come ha affermato la Paolone "cosmo ordinato e mormorante".

Giovanni Pastore ha poi illustrato quello che a ragione definisce "il più antico calcolatore analogico della storia: l'Antikythera", del I° secolo a.C., ritrovato nel 1902 da pescatori di spugne nelle acque antistanti l'isola di Antikythera appunto.
Fra i resti di una nave di fattura romana che aveva fatto naufragio 19 secoli prima, c'era una scatola arrugginita in rame e bronzo dalle ignote funzioni.
Portata ad Atene, si pensò ad un orologio. Poi l'archeologo americano Derek De Solla, che nel 1951 iniziò a studiare attentamente questo strumento e dopo un attento restauro comprese che era in realtà un calcolatore astronomico avveniristico, dotato di vari ingranaggi con cui era possibile calcolare le fasi lunari, i movimenti del sole e dei 5 pianeti allora conosciuti.
"Ritrovare Antikythera fu - ha affermato Pastore - come squarciare un velo e scoprire una fetta di mondo in un universo in cui non esisteva né elettricità, né acciaio, né cemento".
Un calcolatore meccanico, dotato di un asse centrale, che azionava poi delle lancette a diverse velocità e attorno a diversi quadranti. Azionato da una manovella che poteva essere spostata, con l'Antikythera si coglieva il moto terrestre, compreso quello di precessione.

Marcello Tagliente ha poi condotto il pubblico nel viaggio verso la purificazione e la salvezza che i Pitagorici intraprendevano già in vita, poco preoccupandosi di affanni, questioni economiche e politiche. Una vita parca, in cui essi si professavano "figli della Terra e delle stelle", condotta alla ricerca dell'armonia, che regolava le sfere celesti. Pitagora visse per gran parte in Magna Grecia, la sua scuola estiva si trovava nell'attuale area metapontina, e qui lui e i suoi discepoli (Ocello, Aristea, Archita i più famosi) praticavano ascesi, meditazione ed elaboravano la cosmologia basata sul tetraedro numerico.
Ma se meno agli imperturbabili Pitagorici, ai comuni mortali faceva paura il momento del trapasso, l'ingresso nell'ignoto. Il lutto, si mondavano con l'acqua, esorcizzata con la ricerca di figura rassicuranti, che inculcavano certezza e coraggio. Come Ercole, il semidio che scese agli inferi, lottò contro mostri con le sue forze e l'intelligenza. Era la cultura che vinceva sulla natura, e anche sulla morte.

Margherita Romaniello

www.basilicata.beniculturali.it

 

 

È stato pubblicato il libro di Giovanni Pastore
ANTIKYTHERA E I REGOLI CALCOLATORI
Tecnologia e scienza del calcolatore astronomico dei Greci
Istruzioni per l’uso dei regoli calcolatori logaritmici matematici, cemento armato e speciali, con numerosi esempi di calcolo

 

© Copyright 2006 - Giovanni Pastore, Italia - Tutti i diritti sono riservati - E’ vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi mezzo. Il libro di Giovanni Pastore Antikythera e i regoli calcolatori, stampato a Roma nel mese di febbraio 2006, è tutelato sotto l’aspetto civile e penale dalle vigenti leggi in materia di diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941 n° 633 e successive modificazioni ed integrazioni sulla "Protezione del diritto d'autore").
Questo libro è il risultato di oltre sei anni di impegnativo lavoro e dell’impiego di considerevoli risorse, nell’intento di evitare che un patrimonio scientifico così grande vada irrimediabilmente perduto considerando che ormai è sconosciuto alle nuove generazioni di ingegneri, matematici e tecnici.

Il libro, in lingua italiana, in elegante veste tipografica, formato A4 (30x22x6 cm), a colori, XVI-990 pagine, ISBN 9788890471513, copertina rigida con titoli in oro al dorso e sovraccoperta a colori plastificata, è stato stampato in un numero molto limitato di copie e per questo non è stato distribuito in libreria. Gli interessati possono prenotare i pochi volumi ancora disponibili direttamente all'autore. Per ogni informazione rivolgersi all'indirizzo sotto riportato. Per le spedizioni all'estero (paccocelere internazionale) le spese postali sono da valutare a seconda della destinazione. (poche copie disponibili).

Il libro è consultabile in moltissime Biblioteche pubbliche, in Italia e all'estero: Universitarie, di Dipartimento, Nazionali, Provinciali, Comunali.

 

Per informazioni:

Prof. Ing. GIOVANNI PASTORE
Via Monte Bianco, 14
I-75025 POLICORO (Matera) 
ITALY

Tel. +39 0835 980530


E-MAIL: info@giovannipastore.it

 

 

Book by Giovanni Pastore
THE RECOVERED ARCHIMEDES PLANETARIUM
Science, technology, history, literature and archaeology, certainty and conjecture on the most ancient and extraordinary astronomical calculating device. With two other scientific studies: on the Antikythera Planetarium and the Pitcher of Ripacandida.
With the appendix:
Pythagoras in the contemporary world. Influences of Pythagorean scientific philosophy in the modern and contemporary world.
Summary in: English - Italiano - Ελληνικά - 日本語 - Español - Français - Português - Deutsch - Tiếng Việt
(The book is written in English, ISBN  9788890471544)

 

 

Libro di Giovanni Pastore
IL PLANETARIO DI ARCHIMEDE RITROVATO
Scienza, tecnologia, storia, letteratura e archeologia, certezze e congetture sul più antico e straordinario calcolatore astronomico
Con altri due studi scientifici:
sul Planetario di Antikythera e sulla Brocchetta di Ripacandida
Summary in: Italiano - English - Ελληνικά - 日本語 - Español - Français - Português - Deutsch - Tiếng Việt
(Il libro è scritto in Italiano, ISBN  9788890471520)

 

 

IL MECCANISMO DI ANTIKYTHERA
THE ANTIKYTHERA MECHANISM
  Italian and English version 

 

 

Alla pagina web del libro di Giovanni Pastore
GLI INFORTUNI DOMESTICI
Come prevenirli

 

 

(alla versione italiana)

 

(to the english version)     (à la version française)     (Zur Deutsche Version)

 

(a la version española)     (Versão em Português - Brasileiro)     (In versiunea romaneasca)

 

(日本語版へ - to the japanese version)

 

(中文版 - to the chinese version)

 

 

 

Copyright © 2001-2017 by Giovanni Pastore