LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Giovedì 15 dicembre 2005

 

Studi scientifici
Mille pagine sui regoli

 

Preziosa la collaborazione del direttore del Museo della Siritide, Salvatore Bianco

L'ing. Giovanni Pastore, originario di Policoro, gli dedica un lungo capitolo della sua ricerca

 

Il computer dei Greci

 

E’ il calcolatore di Antikythera, risale al I° secolo a.C.

 

Reperti del Calcolatore di Antikythera, Museo Archeologico Nazionale di Atene    Giovanni Pastore
Il calcolatore di Antikythera, custodito nel Museo di Atene. Sopra l'ing. Giovanni Pastore.

 

POLICORO - I regoli calcolatori utilizzati per i calcoli scientifici nelle costruzioni di ponti, edifici, navi, aerei, automobili e tutto ciò che la scienza ha realizzato quando non esistevano ancora i computer, sono stati preceduti da un “calcolatore astronomico” risalente al I° secolo a.C.? Si tratterebbe proprio di si, essendo stato scoperto un complesso congegno realizzato in Grecia oltre duemila anni fa, da 50 anni oggetto di studio.
La storia di questo reperto inizia con il suo ritrovamento nella Grecia del sud, fra Creta e il Peloponneso, di fronte alle acque dell’isola di cui ha preso il nome e che viene chiamato il calcolatore di Antikythera o Anticitera. La sua scoperta è da addebitarsi al caso. Nell’aprile del 1900 un gruppo di pescatori si rifugiò in quell’isola a causa di una violenta tempesta. Dopo alcuni giorni decisero di immergersi in mare in cerca di spugne. Trovarono, invece, alla profondità di una quarantina di metri, una nave commerciale antica di duemila anni carica di statue di marmo e di bronzo. L’opera di recupero avvenne, purtroppo, solo due anni dopo, nel 1902, permettendo probabilmente ai trafficanti di antichità di depredarla. La datazione del relitto è stata stabilita in base ad alcuni reperti trovati a bordo e risale al 65 a.C. circa. A questa scoperta l’ing. Giovanni Pastore, un professionista di Policoro laureatosi al Politecnico di Torino, con alle spalle una esperienza di progettista alla Fiat, dedica un lungo capitolo nel poderoso volume di 1000 pagine (Gazzetta del 19 luglio 2002 e del 25 giugno 2005), nel quale ha sviluppato, come spiega lui stesso “una ricerca sugli aspetti matematici e scientifici dei regoli calcolatori, per non far disperdere un grande patrimonio scientifico”, raccolto appunto nel libro.
Ma come si è giunti al calcolatore astronomico, di cui al reperto del I° secolo a.C.? “A completamento del mio libro – spiega l’ing. Pastore - sui regoli calcolatori, dovendo redigere brevi note storiche, sono andato a ritroso nel tempo sulle tracce di antichi strumenti, utilizzati per i calcoli. Indagando in epoca greco-ellenistica ho chiesto aiuto al dott. Salvatore Bianco, direttore del Museo Archeologico Nazionale della Siritide. Con grande disponibilità e competenza, mi ha messo sulle tracce dell’antico reperto. Inizialmente il congegno sembrava un meccanismo misterioso, i vari pezzi erano fortemente corrosi e dunque la loro funzione risultava difficilmente interpretabile.
Fino al 1950 non si è capito cosa fosse. “per venti anni – continua Pastore – un professore di storia della scienza alla Yale University (Connecticut, USA ndr), Derek J. De Solla Price, studia il reperto e nel 1974 asserisce che si tratta di un “calcolatore astronomico”.
Dapprima fu avanzata l’ipotesi che si trattasse di un astrolabio, poi si affermò l’idea che fosse invece un planetario. Le ricerche da me condotte hanno rivelato notevoli sorprese: mi ha impressionato la straordinaria complessità cinematica del meccanismo, perché realizzato oltre duemila anni fa con speciali ingranaggi di bronzo”.

Nicola Buccolo

 

La scoperta

POLICORO - Secondo l'ing. Giovanni Pastore, "pochi sono gli strumenti scientifici prodotti dagli antichi e giunti fino a noi, ma quei pochi vanno considerati con estrema attenzione. Antikythera è un oggetto talmente raffinato e complesso che non può essere unico, alla cui creazione ha lavorato non il singolo, ma più persone. Ciò che impressiona maggiormente del meccanismo di Antikythera sono gli aspetti scientifici. Dietro quei complicati ingranaggi, si cela un universo di sapienti meccanici, di tornitori, di arti, di tecniche, di matematici, di astronomi che lavoravano congiuntamente. La tecnologia, intesa come l'insieme delle attrezzature e dei processi produttivi, atti a trasformare la materia prima in prodotto finito, non aveva raggiunto un livello molto elevato nel mondo greco. La peculiarità consiste nell'essere stato realizzato, oltre che con rotismi ordinari, anche con rotismi epicicloidali: questi permettono di simulare il moto planetario eliocentrico, moto di rotazione e rivoluzione dei pianeti. Al momento del ritrovamento sembrava un meccanismo fuori dal tempo. Mai finora si era trovato niente di simile. La prima applicazione industriale dei rotismi epicicloidali è stato il differenziale delle auto, all'inizio del 1900".

(n.buc.)

 

 

È stato pubblicato il libro di Giovanni Pastore
ANTIKYTHERA E I REGOLI CALCOLATORI
Tecnologia e scienza del calcolatore astronomico dei Greci
Istruzioni per l’uso dei regoli calcolatori logaritmici matematici, cemento armato e speciali, con numerosi esempi di calcolo

 

© Copyright 2006 - Giovanni Pastore, Italia - Tutti i diritti sono riservati - E’ vietata la riproduzione anche parziale e con qualsiasi mezzo. Il libro di Giovanni Pastore Antikythera e i regoli calcolatori, stampato a Roma nel mese di febbraio 2006, è tutelato sotto l’aspetto civile e penale dalle vigenti leggi in materia di diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941 n° 633 e successive modificazioni ed integrazioni sulla "Protezione del diritto d'autore").
Questo libro è il risultato di oltre sei anni di impegnativo lavoro e dell’impiego di considerevoli risorse, nell’intento di evitare che un patrimonio scientifico così grande vada irrimediabilmente perduto considerando che ormai è sconosciuto alle nuove generazioni di ingegneri, matematici e tecnici.

Il libro, in lingua italiana, in elegante veste tipografica, formato A4 (30x22x6 cm), a colori, XVI-990 pagine, ISBN 9788890471513, copertina rigida con titoli in oro al dorso e sovraccoperta a colori plastificata, è stato stampato in un numero molto limitato di copie e per questo non è stato distribuito in libreria. Gli interessati possono prenotare i pochi volumi ancora disponibili direttamente all'autore. Per ogni informazione rivolgersi all'indirizzo sotto riportato. Per le spedizioni all'estero (paccocelere internazionale) le spese postali sono da valutare a seconda della destinazione. (poche copie disponibili).

Il libro è consultabile in moltissime Biblioteche pubbliche, in Italia e all'estero: Universitarie, di Dipartimento, Nazionali, Provinciali, Comunali.

 

 
Giovanni PastoreL’autore:

Giovanni Pastore (Rotondella - Basilicata, Italia), si è laureato a pieni voti in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino. Prima ancora di laurearsi la Fiat Mirafiori di Torino gli offrì un contratto di lavoro, e per molti anni lavorò all'ufficio progettazioni autoveicoli, occupandosi di calcolo strutturale.
E’ stato Ufficiale di complemento del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito presso lo Stabilimento Veicoli da Combattimento ex
STAVECO di Nola (NA), con incarico di revisione e collaudo di mezzi corazzati (Leopard e M113). Alcuni anni dopo è stato richiamato in servizio, presso lo stesso Stabilimento, per aggiornamenti tecnici e avanzamento di grado.
Attualmente vive e lavora a Policoro (Basilicata, Italia), dove esercita la libera professione di ingegnere e quella di docente a contratto di Costruzioni Meccaniche presso le Facoltà di Ingegneria Meccanica di alcune Università italiane.
Ha pubblicato numerosi articoli scientifici e i volumi: Gli infortuni domestici. Come prevenirli (ISBN 9788890471506), Antikythera e i regoli calcolatori (ISBN 9788890471513), Il Planetario di Archimede ritrovato (ISBN 9788890471520), Pitagora nel mondo contemporaneo. Influenze della filosofia scientifica pitagorica nel mondo moderno e contemporaneo (ISBN 9788890471537) e The Recovered Archimedes Planetarium (ISBN 9788890471544).
Ha scritto su Il Sole 24 Ore, L’Unione Sarda, La Stampa, Corriere della Sera, Davlos (trad. in greco di Yannis Lazaris), Mathesis, Advances in Space Research, Ancient Origins, Il Quotidiano del Sud, La Gazzetta del Mezzogiorno.

The author:
Giovanni Pastore (Rotondella - Basilicata, Italy), received his degree with full marks in Mechanical Engineering at Turin Polytechnic University. Even before graduating he was offered a contract at Fiat Mirafiori in Turin, where for the many years he worked at the automotive design office, dealing with structural calculations.
He was a reserve officer with the Army Corps of Engineers at the plant of ex-combat vehicles STAVECO at Nola (Naples, Italy), appointed with the task of the revision and testing of tanks (Leopard and M113). Some years later he was recalled to duty, at the same plant, for technical updates and degree advancements.
He has lived and worked in Policoro (Basilicata, Italy), where he works as a freelance engineer and Professor of Mechanical Engineering at the Faculty of Mechanical Engineering at several Italian universities.
He has published numerous scientific articles and books: Gli infortuni domestici. Come prevenirli (ISBN 9788890471506), Antikythera e i regoli calcolatori (ISBN 9788890471513), Il Planetario di Archimede ritrovato (ISBN 9788890471520), Pitagora nel mondo contemporaneo. Influenze della filosofia scientifica pitagorica nel mondo moderno e contemporaneo (ISBN 9788890471537) and The Recovered Archimedes Planetarium (ISBN 9788890471544).
He wrote in Il Sole 24 Ore, L’Unione Sarda, La Stampa, Corriere della Sera, Davlos (translated into Greek by Yannis Lazaris), Mathesis, Advances in Space Research, Ancient Origins, Il Quotidiano del Sud, La Gazzetta del Mezzogiorno.

 

 

Per informazioni:

Prof. Ing. GIOVANNI PASTORE
Via Monte Bianco, 14
I-75025 POLICORO (Matera) 
ITALY

Tel. +39 0835 980530


E-MAIL: info@giovannipastore.it

 

 

Book by Giovanni Pastore
THE RECOVERED ARCHIMEDES PLANETARIUM
Science, technology, history, literature and archaeology, certainty and conjecture on the most ancient and extraordinary astronomical calculating device. With two other scientific studies: on the Antikythera Planetarium and the Pitcher of Ripacandida.
With the appendix:
Pythagoras in the contemporary world. Influences of Pythagorean scientific philosophy in the modern and contemporary world.
Summary in: English - Italiano - Ελληνικά - 日本語 - Español - Français - Português - Deutsch - Tiếng Việt
(The book is written in English, ISBN  9788890471544)

 

 

Libro di Giovanni Pastore
IL PLANETARIO DI ARCHIMEDE RITROVATO
Scienza, tecnologia, storia, letteratura e archeologia, certezze e congetture sul più antico e straordinario calcolatore astronomico
Con altri due studi scientifici:
sul Planetario di Antikythera e sulla Brocchetta di Ripacandida
Summary in: Italiano - English - Ελληνικά - 日本語 - Español - Français - Português - Deutsch - Tiếng Việt
(Il libro è scritto in Italiano, ISBN  9788890471520)

 

 

IL MECCANISMO DI ANTIKYTHERA
THE ANTIKYTHERA MECHANISM
  Italian and English version 

 

 

Alla pagina web del libro di Giovanni Pastore
GLI INFORTUNI DOMESTICI
Come prevenirli

 

 

(alla versione italiana)

 

(to the english version)     (à la version française)     (Zur Deutsche Version)

 

(a la version española)     (Versão em Português - Brasileiro)     (In versiunea romaneasca)

 

(日本語版へ - to the japanese version)

 

(中文版 - to the chinese version)

 

 

 

Copyright © 2001-2021 by Giovanni Pastore